La progettazione BIM dell’Hard Rock Hotel & Casino in Florida

La progettazione BIM dell’Hard Rock Hotel & Casino in Florida

Un hotel dall’iconica forma a chitarra, interamente sviluppato in ambiente BIM, è stata la sfida dell’architetto Steve Peak per rilanciare la catena Hard Rock.

Una torre a forma di chitarra, sviluppata su trentasei piani e realizzata con 35.000 metri cubi di cemento armato, per un’altezza complessiva di 137 metri, è l’ambizioso progetto dell’Hard Rock Hotel & Casino in Florida, nato dall’idea di Steve Peck, direttore del Klai Juba Wald Architects, per rilanciare il marchio Hard Rock.

L’hotel fa parte di un progetto ancora più mastodontico, che occupa uno spazio di 3,2 milioni di metri quadrati e include: un nuovo teatro Hard Rock Live, un’altra torre aggiuntiva di otto piani, sale riunioni, piscine, ville, un impianto di energia elettrica, la ristrutturazione e l’ampliamento di edifici già esistenti per ospitare ristoranti e sale gioco. Il completamento dell’intero piano è previsto prima che si svolga il Super Bowl 2020 a Miami.

Il progetto dell’hotel, unico nel suo genere, basato su 1500 milioni di dollari di investimenti, ha richiesto che fossero valutati preventivamente i costi potenziali, i tempi e le sfide logistiche; trattandosi di un progetto innovativo, con continue modifiche e introduzione di nuove idee, si è ritenuto fondamentale effettuare una modellazione flessibile, che consentisse di aggiornare costantemente tutto il progetto. Il team di costruzione, guidato dalla società Suffolk-Yates, ha utilizzato la digitalizzazione dell’informazione, attraverso modellazione dettagliata in ambiente BIM, per avere pieno controllo delle scadenze, costi, materiali e logistica.

Nel momento di presentazione dell’offerta per il contratto di progetto, avvenuto a fine 2016, tutte le idee sono state comunicate dal team, non solo in una dimensione BIM 3D, ma anche in 4D e 5D, pianificando rispettivamente i tempi di realizzazione e la gestione dei costi.

La progettazione in ambiente BIM si è rivelata essere fondamentale per ottimizzare tutto lo spazio disponibile; infatti, poiché l’edificio sorge all’interno in prossimità dell’aeroporto locale, in un’area interessata da traiettorie di volo a bassa quota, al fine di massimizzare lo spazio disponibile, il team ha lavorato affinché risparmiasse centimetri ovunque, in modo da ottenere quanti più piani possibili.

Kyle Goebel, senior project manager e direttore di progettazione, ha affermato che dall’inizio avevano capito l’importanza di realizzare modelli dettagliati della torre, dato che le sfide logistiche e il livello di precisione erano elevatissimi.

Il modello BIM è stato lo strumento critico per condividere tutte le decisioni di modifica e miglioramento del progetto, poichè mentre alcune parti erano ancora in fase di progettazione, altre potevano essere già realizzate. L’efficienza del sistema ha fatto si che si riuscisse a completare un piano a settimana; basti pensare che dalla realizzazione della fondazione al raggiungimento del 36° piano le squadre hanno impiegato poco più di nove mesi.

La particolare forma della struttura ha fatto si che il team di progettazione si impegnasse al massimo per trovare soluzioni e materiali innovativi: la struttura principale è costituita da pareti, travi e pilastri rinforzati,.Ogni piano è diverso dagli altri e in alcuni punti le colonne sono inclinate fino a quaranta gradi, per riuscire a realizzare la forma sinuosa della chitarra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *